Se fossi madre

Se avessi una figlia femmina, le insegnerei a non cadere nei luoghi comuni e a non credere mai al concetto di ‘impossibile’. Che non è scritto da nessuna parte cosa lo è e cosa no. Le insegnerei a sperare, perché la speranza è un sentimento bellissimo. E nessuno ha il diritto di togliertela. Mai.

Se avessi un figlio maschio, gli insegnerei a esternare i suoi sentimenti. Gli insegnerei a dire, piuttosto che negare. Soprattutto quelli belli, che sono i più difficili da esprimere. Che gli uomini veri sanno anche piangere. Che non è vero che è segno di debolezza.


Se fossi una madre, potrei dire quanto è bello esserlo e avrei il diritto di parlare di maternità. Ma si può essere madri anche senza avere figli e avere qualcosa da insegnare lo stesso. Perché si può essere madri dentro, per costituzione. E quella di oggi è anche la loro festa. La festa delle madri che non lo sono mai state.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...